+39 335 6437373 posta@lindaberardi.it
Seleziona una pagina

Melting pot. Tessuti, ricami, bandiere, mosaici, illustrazioni, segni e simboli si incontrano in un crocevia di culture, paesi, tradizioni, poi si intrecciano e raccontano storie che portano lontano.

IN VOLO.

MELTING POT 21.

1.MOSAICO DI DELOS, GRECIA. DECORAZIONE PAVIMENTALE. I mosaici dell’Antica Grecia sono spesso incorniciati da decori geometrici che ricordano le onde del mare. 2.RICAMI DEI COSTUMI ANDINI. SIMBOLO DI IDENTITÀ CULTURALE. Ogni regione e ogni comunità andina, si differenzia dalle altre grazie al proprio e unico ricamo. 3.BANDIERA DI PAPUA NUOVA GUINEA. Presenta in giallo l’uccello del Paradiso e la costellazione della Croce del Sud, simbolo comune ad altre bandiere dell’emisfero australe. 4.LA GRANDE ONDA DI KANAGAWA HOKUSAI. Un’opera leggendaria, icona dell’arte asiatica, la più conosciuta opera d’arte della storia del Giappone, popolarissima in tutto il pianeta. 5.TESSUTI DEL MALI. SIMBOLO DELLA FORZA DELLA COMUNITÀ. I FILI, presi separatamente, non hanno alcuna forza ma, uniti ed intrecciati, diventano forti, simbolo di una realtà che esiste solo come relazione e unione. Il TESSUTO indica il linguaggio nei rapporti umani perché i suoi fili si intrecciano e tessono rapporti. Il TELAIO, presso le popolazioni del Mali, non è solo considerato uno strumento ma un’espressione di creazione della vita stessa. Nei suoi movimenti, vengono riconosciuti i movimenti rotatori ed elicoidali dell’universo ai quali si aggiungono e si amalgamano il “vai e vieni” della navetta o gli intrecci dati dalla trama e dall’ordito, visti come le movenze dell’uomo, che è parte integrante del cosmo.

ACQUA E FUOCO.

MELTING POT 22.

1.RICAMO DEI COSTUMI ANDINI. IDENTITÀ CULTURALE. Ogni regione e ogni comunità andina, si differenzia dalle altre grazie al proprio e unico ricamo. 2.MASCHERA AFRICANA. RAPPRESENTA LO SPIRITO DELL’ANIMALE DISEGNATO. Le maschere africane vengono spesso dipinte con animali. Durante i riti tradizionali chi le indossa entra in conratto con lo spirito dell’animale disegnato. GAZZELLA, Simbolo di buoni auspici, grazia ed eleganza. PESCI. Simbolo di abbondanza. 3.DRAGONE CINESE. SIMBOLO DI SAGGEZZA, FORZA, RICCHEZZA E FORTUNA. Storicamente è il simbolo dell’imperatore della Cina. I draghi cinesi controllano la pioggia, i fiumi, i laghi e i mari. Possono allontanare gli spiriti malvagi, proteggere gli innocenti e dare sicurezza. 3.MACARON FRANCESE. PASTICCINO STORICO SIMBOLO DI GRANDE RAFFINATEZZA. La prestigiosa enciclopedia Larousse Gastronomique sostiene che siano stati creati in un convento vicino Cormery nel 1791, altri sostengono che Caterina De’ Medici li avrebbe portati con sé quando sposò Enrico di Francia. 5.DOT ART AUSTRALIANA. TRADIZIONALE ARTE PITTORICA. La Dot Art è un elemento fondamentale della cultura aborigena. Le opere d’arte venivano usate per delimitare il territorio dei vari clan, per ricordare eventi storici, raccontare le storie del dreamtime e insegnare le leggi e la morale. Le opere appaiono spesso astratte, ma si avvalgono di un complesso simbolismo. Ogni forma corrisponde a un preciso significato.

GALASSIA.

MELTING POT 24.

1.ACCHIAPPASOGNI DEGLI INDIANI D’AMERICA. TRADIZIONALE STRUMENTO DI MAGIA BIANCA. Gli acchiappasogni provengono dalla tribù dei Lakota. Serve ad allontanare i brutti sogni. È composto da un cerchio simbolo di vita e da una rete che intercetta i sogni e li dirige, se buoni, verso i pendenti con perline, se dannosi, verso le piume degli uccelli per allontanarli. 2.BANDIERA DELLA MICRONESIA. SIMBOLO DI MARE E DI TERRA Il campo blu rappresenta l’Oceano Pacifico, mentre le quattro stelle rappresentano i quattro gruppi di isole della federazione: Chuuk, Pohnpei, Kosrae e Yap. La bandiera degli Stati Federati di Micronesia è stata adottata il 30 novembre 1978. 3.RICAMO THAILANDESE. TRADIZIONALE ABITO DA SPOSA. Il lungo panno rettangolare può essere rosso, blu o bianco e viene ricamato con fili bianchi e oro. 4.DECORO ARABO. L’arabesco è uno stile ornamentale composto da elementi calligrafici e/o motivi geometrici. Il termine deriva dal fatto che lo stile era adoperato, e lo è ancor oggi, per decorare le superfici perimetrali, sia esterne che interne. 5.DIPINTO UCRAINO. TRADIZIONALE DECORAZIONE. I dipinti ucraini e i pattern grafici che ne derivano prendono ispirazione dalle tradizionali ghirlande chiamate VINÓK. Queste possono contenere fino a 12 fiori diversi, ognuno dei quali ha un significato simbolico specifico. Le rose, per esempio, rappresentano l’amore, i gigli la purezza e l’innocenza, i fiordalisi la semplicità, l’alloro il successo e la fama, le margherite la pace e la tenerezza.

PARADISO.

MELTING POT 23.

1.KINA: BANCONOTA DELLA NUOVA GUINEA. KINA SIGNIFICA CONCHIGLIA. Tradizionalmente le conchiglie erano preziose e venivano usate come moneta. Oggi la kina è la valuta di Papua Nuova Guinea, è stata introdotta il 19 aprile 1975, sostituendo il dollaro australiano alla pari. 2.ORSO DEL CANADA SIMBOLO DI PROTEZIONE. Nelle tradizioni dei Nativi Americani l’Orso indicava l’agire di una forza soprannaturale. Indicava la meditazione e la comprensione dei misteri e dei cicli del tempo legati alla vita. 3.DECORO POLACCO SIMBOLO DELLA TRADIZIONE POPOLARE. Questo decoro viene ricamato sui costumi in occasione di feste e sagre popolari oppure dipinto per decorare interni e oggetti d’arredamento. 4.BASE SAKA DEL GANA. SIMBOLO DI RICCHEZZA, POTERE E UNITÀ. La Base Saka (noce di cola) rappresenta il lato positivo del commercio, ha avuto un ruolo importante nella vita economica del Ghana. La noce di cola, per tradizione, veniva consumata durante riti e cerimonie come simbolo di amicizia o per siglare un’intesa raggiunta o la riconciliazione tra due parti. 5.PATTERN GIAPPONESE. TRADIZIONALE RAPPRESENTAZIONE DELLE ONDE DEL MARE. Pattern selezionato da SHIN-BIJUTSUKAI, rivista di design giapponese dell’inizio ‘900.

IL BOSCO.

MELTING POT 25.

1. TRADIZIONALI PATTERN AFRICANI.  I pattern dei tessuti utilizzati nell’abbigliamento femminile africano consistono spesso nella stilizzazione fantasiosa di elementi naturali come foglie, fiori, animali e conchiglie. 2.SOGGETTI PER DECORAZIONI ORIENTALI. LIBELLULA – SIMBOLO DI CORAGGIO. Una leggenda narra che la libellula una volta era un drago molto saggio, che volando portava di notte la luce nel bosco grazie al suo respiro di fuoco. ORCHIEDEA – SIMBOLO DI PUREZZA. In Oriente è il fiore per eccellenza da donare a chi può ricambiare al 100% la nostra passione o il nostro amore. FARFALLA – SIMBOLO DI LONGEVITÀ. IBISCO – SIMBOLO DI BELLEZZA FUGACE. La sua fioritura dura infatti dalle prime luci del mattino fino a metà pomeriggio Donare un ibisco alla donna amata significa: “come sei bella”.  3.TAHITI TEXTILE. 3.OMAGGIO A GAUGUIN. 4.PATTERN SCANDINAVO ISPIRATO ALLA NATURA. Foglie, fiori e arbusti oltre che la fauna locale sono gli ingredienti dei famosi pattern antichi e moderni della Penisola Scandinava. 5.GOST DANCE. RITUALE DEGLI INDIANI D’AMERICA . La danza degli spiriti fu un culto conciliatore a cui aderirono una buona parte degli indiani d’America attorno al 1890. Il profeta di questo culto fu Wovoca, un indiano Paiute che mescolò la spiritualità originaria con elementi di cristianesimo. Il culto ruotava attorno a una promessa di restituzione delle terre americane ai nativi. In questa occasione venivano indossati abiti il cui tessuto conteneva il simbolo dell’uccello di tuono, considato il GRANDE SPIRITO portatore di pace e prosperità ai popoli nativi.

SALSA.

MELTING POT 26.

1.KOI: CARPA. SIMBOLO DI PERSEVERANZA, ANTICONFORMISMO, ENERGIA E FORZA. Originaria della Cina la carpa koi è un animale molto apprezzato e stimato in tutto l’Oriente. Una leggenda narra la risalita di una carpa lungo il Fiume Giallo, per arrivare poi alla Porta del Drago, superata la quale si trasforma in un dragone acquisendo il dono dell’immortalità. Il significato di questa leggenda è legato alla forza di volontà e al cambiamento in positivo. NINFEA SIMBOLO DI PUREZZA. 2.TIARÉ. FIORE DI TAHITI SIMBOLO DI BENVENUTO. 3.BI BI NKA GANESE. SIMBOLO DI PACE E ARMONIA. L’immagine si basa su un grafismo ispirato a due pesci che si mordono a vicenda la coda. Significa NESSUNO DOVREBBE MORDERE L’ALTRO. Mette in guardia contro le provocazioni e i conflitti. 4.MATRIOSKA RUSSA. SIMBOLO DI FERTILITÀ E GENEROSITÀ. Ogni Matrioska contiene figure di tutti i tipi: donne, uomini, bambini. La Matrioska è un cerchio magico che si apre con un pezzo chiamato MADRE e si chiude con un pezzo chiamato SEME. 5.SALSA CUBANA. TRADIZIONALE DANZA DI COPPIA. La salsa cubana è caratterizzata dai giri chiamati LA VUELTA. I ballerini formano un cerchio, chiamato RUED, dove il “Cantante”, chiama le “figure” che tutti i ballerini dovranno eseguire contemporaneamente.

ALI.

MELTING POT 27.

1.HIBISCUS DELLE ISOLE HAWAI. SIGNIFICA SVEGLIARSI OGNI GIORNO CON UN FIORE APPENA SBOCCIATO. Le donne se ne adornano, se single, all’orecchio sinistro, se impegnate, a quello destro, ad ambedue le orecchie se sperano in un nuovo amore. 2.CICOGNE IN ORIENTE. SIMBOLO DI LONGEVITÀ. Sono tema preferito per gli artisti che le rappresentano con tecniche e forme diverse. Vengono anche disegnate per creare pattern per tappezzerie ed eleganti tessuti d’arredo. 3.UCCELLO DEL PARADISO. IN EUROPA SIMBOLO DI TENACIA E FEDE. Questi splendidi uccelli, originari della Nuova Guinea, arrivarono in Europa nel 1522 alla corte del re Carlo V di Spagna. La loro leggerezza e l’assenza delle zampe (erano imbalsamati) contribuirono al diffondersi della leggenda secondo cui passassero tutta la vita in volo senza mai toccare il suolo. Perciò vennero chiamati SILFI, spiriti dell’aria. Il loro volo senza sosta simboleggia la tenacia delle fede e dello spirito. 4.SIMBOLO DIAMANTE-FARFALLA. SIGNIFICA RINASCITA, RIVITALIZZAZIONE E METAMORFOSI. Simbolo comune a molti popoli indigeni, appare infatti in giro per il mondo in ogni epoca, cultura e religione. In Africa i Baluba e i Lulua del Congo centrale dicono che l’uomo è un piccolo bruco da bambino, un grande bruco nella maturità e diventa crisalide nella vecchiaia. La sua tomba è il bozzolo da cui esce l’anima sottoforma di farfalla. 5.L’UCCELLO DEL TUONO DEI NATIVI D’AMERICA. SIMBOLO DI PROTEZIONE, PACE E PROSPERITÀ. Secondo il mito al verificarsi dei temporali gli uccelli del tuono salgono altissimi e scatenano la tempesta: viene descritto come un gigantesco volatile con una apertura alare fino a 25 metri, il petto bianco e il dorso nero. È considerato il grande spirito, per questo è stato oggetto di sculture, dipinti su tessuti e ricami su coperte e accessori.

FORTUNA.

MELTING POT 28.

1.MEHNDI INDIANO. TRADIZIONALE TATUAGGIO DI BUON AUSPICIO. Mehndi è un termine hindi per indicare un tatuaggio temporaneo eseguito con henné naturale rosso. Viene usato per la decorazione di mani e piedi delle donne per il rito nuziale. 2. CARNEVALE DI RIO. L’elemento di punta del gruppo è lo scenografo del carnevale, il Carnavalesco, venerato dai membri del team che condividono la sua visione. Lo scenografo imposta il tema e organizza praticamente tutto il necessario per la parata A PARTIRE DAI COSTUMI. 3.MASCHERA DI BELLEZZA MALGASCIA. TRADIZIONALE DECORO. In Madagascar le donne di Nosy Be usano dipingersi il viso con fiori e foglioline per mettere in evidenza la bellezza dei loro sguardi. 4.PORTAFORTUNA ITALIANO. Nella cultura magica più antica tutti gli oggetti a punta attirano le negatività e le annientano. Una sorta di parafulmine. Oggi il famoso CORNETTO ROSSO ha la funzione di attirare la fortuna a chi lo porta.  5.TAPA DI TONGA. ARTIGIANATO ARTISTICO SIMBOLO DI RICCHEZZA. Con l’intreccio delle foglie di pandano vengono realizzati vassoi e cestini, ma soprattutto tessuti e tappeti. I manufatti di Tonga sono considerati opere d’arte, regalo prediletto per compleanni, nascite e matrimoni.

SEMI.

MELTING POT 29.

1.KOKOPELLI DEI NAVAJO. SIMBOLO DI FERTILITÀ. Il Kokopelli è una figura leggendaria per le culture Pueblo e Navajo del Sud-Ovest tra Arizona e del New Mexico. È considerato uno dei protagonisti delle tradizioni e delle leggende dei Nativi, popolare sia come guaritore e spirito guida, sia come divinità della fertilità e della musica. 2.CONCHIGLIE AFRICANE. SIMBOLO DI RICCHEZZA. Erano considerate valuta pregiata e simbolo di ricchezza per chi le possedeva. Alcune di loro, narra la leggenda, sapessero parlare tra le agili dita di speciali veggenti. Le conchiglie vengono disegnate e stilizzate in molti modi, ma il loro significato rimane invariato. 3.ALBERO DELLA VITA. SIMBOLO DI SAGGEZZA E CONNESSIONE CON L’UNIVERSO. L’importanza di questo albero è dovuta alla storia legata ad esso: si narra che sotto tale albero Gautama Buddha raggiunse la più alta conoscenza e il Nirvana. 4.SIGILLO DELLE ISOLE SAMOA. SIMBOLO DI SAGGEZZA E AUTORITÀ. Basato sui disegni tradizionali locali. I due bastoni rappresentano saggezza e autorità. Entrambi i simboli venivano utilizzati dai capi tribù per indicare il loro rango. 5.PATTERN SCANDINAVO. TIPICO GRAPHIC DESIGN ISPIRATO ALLA NATURA. Foglie, fiori e arbusti oltre che la fauna locale sono gli ingredienti dei famosi pattern antichi e moderni della Penisola Scandinava.

VORTICI.

MELTING POT 30.

1.LA VALLE DELLE ROSE IN BULGARIA. LA ROSA È SIMBOLO DI AMORE, PASSIONE E BELLEZZA. La leggenda racconta che nei secoli scorsi le donne bulgare ogni venerdì, il giorno di Venere, consumavano solo prodotti a base di rosa per dedicarsi alla propria bellezza. Il profumo di rosa dona euforia dà felicità all’olfatto e influisce come afrodisiaco. Inoltre, le sostanze contenute nei petali aprono e rafforzano il cuore, rilassano l’anima, attivano la disposizione per tenerezza e amore, danno gioia e favoriscono l’autostima. 2.COLORI DELLA GIAMAICANA. ROSSO VERDE GIALLO. Questa cromia distingue ogni manufatto made in Giamaica. L’origine viene dalla bandiera dell’Etiopia durante il regno di Haile Selassie che combinava il leone conquistatore di Giuda, simbolo della monarchia etiope, con i colori verde, oro e rosso. 3.TARTARUGA IN AUSTRALIA. SIMBOLO DELLA FAMIGLIA E FERTILITÀ. La tartaruga rappresenta la famiglia, la fertilità e l’attaccamento alla propria terra. Attraverso la Dot Art gli artisti australiani la rappresentano insieme a tanti altri animali simbolici esprimendo così i valori più profondi della loro cultura. 4.BANDIERA KENIOTA. SIMBOLO DELLA VOLONTÀ DEL POPOLO DI DIFENDERE LA LIBERTÀ CONQUISTATA DOPO ANNI DI LOTTE. Rappresenta uno scudo masai con due lance incrociate. 5.KOI. CARPA, SIMBOLO DI PERSEVERANZA, ANTICONFORMISMO, ENERGIA E FORZA. Originaria della Cina la carpa koi è un animale molto apprezzato e stimato in tutto l’Oriente. Una leggenda narra la risalita di una carpa lungo il Fiume Giallo, per arrivare poi alla Porta del Drago, superata la quale si trasformò in un dragone acquisendo il dono dell’immortalità. Il significato di questa leggenda è legato alla forza di volontà e al cambiamento in positivo.

ORO.

MELTING POT 31.

1.TAPPETO PERSIANO. TIPICO ARTIGIANATO D’ARTE. L’iconografia è caratterizzata da disegni d’ispirazione floreale. Ogni distretto, persino ogni famiglia, possiede disegni propri che vengono trasmessi di generazione in generazione e che di solito non vengono copiati da estranei. 2.RAGNATELA AFRICANA. SIMBOLO DI CAMBIAMENTO. Questo simbolo consiglia di abbandonare vecchi stereotipi, vecchie credenze per andare verso qualcosa di nuovo. La ragnatela del ragno ricorda che sei tu il tessitore della tua realtà. 3.CASE DI AMSTERDAM. TIPICO LANDSCAPE. Un tempo erano proprio i regolamenti edilizi della città a specificare che le case fossero costruite con un’inclinazione in avanti. Il motivo di tale scelta architettonica era dovuta al fatto che, essendo nella maggior parte dei casi strutture di legno, quando pioveva l’acqua scorreva via dal tetto senza penetrare nei solai di legno e indebolire la struttura. 4.KIRITUHI. TATUAGGIO MAORI SIMBOLO DI CELEBRAZIONE DELLA VITA E DELLA RINASCITA SPIRITUALE. La parola KIRITUHI significa ARTE DELLA PELLE, è una valida alternativa al MOKO, riservato solo ai guerrieri che si tatuavano il volto per segnare e ricordare gli eventi più importanti della loro vita, per incutere timore ai nemici, per indicare sulla propria pelle l’appartenenza a una tribù o per farsi riconoscere come donna di un guerriero. 5.MONILE DEGLI INDIANI D’AMERICA. I tipici monili sono creati con perle di legno colorato, turchesi e osso lavorato a mano. Vengono indossati indifferentemente da uomini e donne. I pastori Navajo indossavano i turchesi per proteggersi dalle tempeste e dal morso mortale dei serpenti.

GUERRIERI.

MELTING POT 32.

1.TIKI POLINESIANO. DIVINITÀ DELLA FERTILITÀ. Il termine Tiki si riferisce ai grandi intagli e manufatti in pietra. Secondo la leggenda in ogni Tiki si trova uno spirito. In antichità erano ciondoli di falli che le donne si appendevano al collo come augurio di fertilità. 2.YUKATA GIAPPONESE. SIMBOLO DI INFORMALITÀ. Abito da bagno degli antichi nobili, una sorta di accappatoio. Oggi gli yukata sono ancora offerti nei Riokan, i tradizionali alberghi giapponesi, come abiti da camera. Le fantasie stampate sono piccole e geometriche per i yukata maschili e a fiori per quelli femminili. 3.KWATAKYE ATIKO AFRICANO. SIMBOLO DI CORAGGIO. Viene utilizzato come decoro, ma è soprattutto un “titolo” che ogni giovane coraggioso può guadagnarsi all’interno della comunità Akan. 4.RUOTA DI MEDICINA DEI NATIVI D’AMERICA. SIMBOLO DEL CORSO DELLA VITA. I raggi sono le direzioni che la vita prende nei suoi vari stadi, il perimetro simboleggia l’armonia in cui ciascuno dovrebbe vivere. 5.TESSUTO DAMASCATO A BUCKINGHAM PALACE. SIMBOLO DI REGALITÀ E LUSSO. La sua nascita avvenne in Cina, ma il suo nome deriva dalla città siriana che ne fu grande produttrice ed esportatrice nel XII secolo. Il tessuto damascato fu poi prodotto anche in Italia e divenne elemento prezioso per gli arredi delle regge di tutta Europa.

CHIOME.

MELTING POT 33.

1.PATTERN SCANDINAVO. TIPICO GRAPHIC DESIGN ISPIRATO ALLA NATURA. Foglie, fiori e arbusti oltre che la fauna locale sono gli ingredienti dei famosi pattern antichi e moderni della penisola scandinava. 2.DECORAZIONI DELLA MONGOLIA. I motivi tondeggianti come riccioli e onde sono tipici dei ricami per i costumi tradizionali mongoli o per i decori su manufatti lignei. 3.PASSAMANERIA MESSICANA. OMAGGIO A FIDA KHALO. Icona intramontabile di stile e femminismo gli abiti di Frida Khalo sono sempre personalizzati con applicazioni di ricami geometrici e passamanerie particolari. 4.ALOHA HAWAIANA. TRADIZIONALE SALUTO DI BENVENUTO. LEI è il termine hawaiano per la popolare ghirlanda cucita con i fiori locali. LEI vuole anche dire CIAO, e BENVENUTO ed è un segno di affetto verso nuovi ospiti. 5.TRADIZIONALI PATTERN AFRICANI. I pattern dei tessuti utilizzati nell’abbigliamento femminile africano consistono spesso nella stilizzazione fantasiosa di elementi naturali come foglie, fiori, animali e conchiglie.